Mondo Maratea - Arte cultura, natura - In viaggio di Parco in Parco

Menu

default_mobilelogo

 

In viaggio di Parco in Parco

In questo articolo presentiamo la mappa turistica DI PARCO IN PARCOguida alle grandi attrazioni naturalistiche e culturali dei grandi parchi nazionali dell'Appennino Meridionale. Si tratta della riedizione completamente rivista della mappa “MARATEA PORTA DEI PARCHI” stampata nel 2008.

L’idea da cui prende spunto il lavoro è che il Golfo di Policastro fa geograficamente da perno allo sviluppo dei tre grandi parchi nazionali del Pollino, dell’Appennino Lucano e del Cilento, costituendone al contempo l’ideale porta di accesso.

Tali grandi aree tutelano un vastissimo territorio dell’Appennino Meridionale ricco di biodiversità, di umanità e di storia. La carta turistica si propone di essere utile guida al lettore per la sua scoperta e strumento di promozione per chi opera nel settore turistico.

La mappa ci porta infatti alla scoperta dei grandi siti Unesco (Matera, Paestum, Velia, Certosa di Padula), della fitta rete di musei arheologici, demo-etno-antropologici, artistici, naturalistici, dei principali elementi biologici, faunistici e geologicici, dei santuari mariani, delle attività sportive outdoor (es. trekking, rafting, parapendio, trekking a cavallo, etc.), delle eccellenze eno-gastronomiche, e tanto altro.

Il Prof. Pasquale Persico così introduce e commenta la mappa: La costruzione di una mappa complessa di Area Vasta consente di inventariare beni culturali, beni ambientali, beni prodotti, beni relazionali e beni di merito fino al tentativo di moltiplicare la scrittura del territorio fatta dagli uomini, dalla Natura e dalla storia delle empatie e delle asimmetrie delle due progettualità. Questa volta i parchi nazionali e quelli regionali fanno da sfondo con la loro geomorfologia espressiva, ma quel territorio originario può raccontare mille storie evolutive, degli esseri viventi, del mondo vegetale e della storia dell’uomo che con le sue attività di transito e le sue attività stanziali ha moltiplicato le storie possibili, addizionando al potenziale naturale mille percorsi di nuova vitalità. Ecco allora lo sgomento dei mille segni di inventario che segnalano geositi, musei, naturalità cospicue, prodotti tipici, luoghi d’accoglienza e luoghi di nuova esperienza, un invito a moltiplicare i percorsi per nuovi apprendimenti. Lo spaesamento diventa metodologia per riattraversare i paesi e le possibili mappe sono il filo di Arianna per godersi il labirinto di apprendimento e di emozioni che la proposta di carta di area vasta contiene. La metodologia dell’inventario presuppone la possibilità di classifica per repertori tematici, ma subito nella parte posteriore della carta viene proposto un percorso di apprendimento che intreccia le diverse dimensioni e propone percorsi di ecologia della mente che consentono al fruitore di costruire nuove mappe di viaggio, per scoprire che il tesoro da trovare non è altro che la nuova capacità di costruire mappe per apprendere ad apprendere. Proprio il tema del turismo, in generale, e di quello sostenibile in particolare, nelle aree-parco, e non solo, hanno bisogno di una profonda rivisitazione scientifica ed applicata. L’area vasta dei parchi e le aree contigue si presentano come area in grado di coniugare più paradigmi dello sviluppo: identità e sviluppo, identità e diversità, semplicità e complessità, ecologia profonda e nuova civiltà porosa e plurale. Il concetto di ecologia profonda, proposta latente della mappa dei parchi e dell’area vasta, si sposa bene con la possibilità di coniugare i paradigmi richiamati. L’area di riferimento ci aiuta a vedere, con l’aiuto della natura, parti separate dalla storia e della geografia come un insieme integrato o integrabile, fino a pensarlo come città nuova, una città del quarto paesaggio che finalmente riconosce la soggettività della natura e vede il territorio come percorso infinito tracciato dall’uomo che, oggi, senza nostalgia, ripercorre la memoria dei luoghi e vede l’invisibile che non era abituato a vedere e riacquista la capacità di riscrivere  la visione delle sue aspettative future.”

La mappa è in vendita presso l'Agenzia di Viaggi Mondomaratour a Maratea, in numerose edicole del Golfo di Policastro, alle Grotte di Pertosa-Auletta, Oasi dell'Alento, Oasi WWF di Morigerati.

Il costo è di 5 €.

Vai alla mappa